Urologo a Brescia e Bergamo

INTERVENTI CHIRURGICI

PROSTATECTOMIA RADICALE ROBOTICA PER TUMORE DELLA PROSTATA

Attraverso il sistema da Vinci il chirurgo pratica delle piccole incisioni attraverso le quali passano gli strumenti del robot.
Attraverso il robot il chirurgo è in grado di operare con maggiore visione, precisione, destrezza e controllo.
Grazie a ciò la prostatectomia robotica presenta notevoli vantaggi rispetto alla chirurgia a cielo aperto. Per esempio:

  • Una più precisa rimozione del tessuto tumorale
  • La possibilità di eseguire la chirurgia nerve sparing che consente un rapido recupero della funzione sessuale
  • Migliore possibilità di recupero cella continenza
  • Perdite ematiche inferiori e meno necessità di trasfusioni
  • Minore rischio di complicanze e infezioni della ferita chirurgica
  • Minore durata della degenza
  • Meno giorni col catetere vescicale
  • Recupero più rapido e ritorno alla normale attività più rapido

 

IPERTROFIA PROSTATICA BENIGNA

HOLEP (enucleazione prostatica con laser HOLMIO)

Questa tecnica per trattare l’ipertrofia prostatica benigna si è rivelata superiore alla resezione prostatica endoscopica classica (TURP) e soprattutto ha consentito di abbandonare la tecnica a cielo aperto (adenomectomia prostatica open).
Il laser ad Olmio è un laser dotato di grande potenza ma di scarsa penetrazione nei tessuti.
Ciò lo rende molto efficace e, al tempo stesso, molto sicuro perché l’effetto viene controllato “a vista” dall’operatore.
Il laser ad Olmio possiede una energia luminosa tale da poter tagliare il tessuto con minimo trauma e sanguinamento pressoché assente.

Quali sono i vantaggi di questa tecnica:

  • Asportazione completa del tessuto ostruente rispetto alla tradizionale TURP
  • Miglioramento del risultato sulla dinamica minzionale rispetto alla tradizionale TURP (transurethral resection of prostate). Quindi miglioramento del vuotamento vescicale e del flusso urinario. Ciò comporta meno alzate notturne a causa del completo vuotamento della vescica dopo minzione.
  • riduzione dei sanguinamenti intraoperatori e quindi delle trasfusioni.
  • Riduzione delle complicanze intraoperatorie e postoperatorie

Video Presentazione HOLEP

GREENLIGHT ™ LASER

Questa tecnica per trattare l’ipertrofia prostatica benigna, utilizza il laser (GreenLight™ Laser), anzichè il taglio classico del resettore chirurgico.

L’Intervento tradizionale spesso può provocare sanguinamenti e emorragie e richiedere trasfusioni.

Il Laser provoca una sorta di vaporizzazione del tessuto prostatico in maniera totalmente priva di sanguinamenti.

I vantaggi sono quindi:

  • un recupero più rapido
  • minori sanguinamenti
  • minori complicanze
  • flusso urinario migliore rispetto a resezione prostatica endoscopica (TURP)
  • Il laser non causa incontinenza, riduzione della funzionalità sessuale

Il Greenlight consente anche di trattare quei pazienti che assumono terapie antiaggreganti o anticoagulanti senza sospendere i farmaci e non esponendoli pertanto a rischi cardiovascolari legati alla sospensione del farmaco ( Infarti miocardici acuti)

Video presentazione Green Laser

HAI UN PROBLEMA
UROLOGICO O ANDROLOGICO?

EFFETTUA IL TEST ONLINE