Urologo a Brescia, Bergamo e Desenzano del Garda

Ecografia scrotale con color Doppler

Ecografia scrotale/testicoli nella diagnosi dei tumori

L’ecografia scrotale ha una sensibilità molto prossima al 100% nell’identificare la presenza di un tumore del testicolo. Ciò significa che praticamente nessun tumore sfugge alla ecografia scrotale se eseguita adeguatamente e con color doppler

Un aspetto fondamentale è stabilire quali siano le lesioni benigne e quali siano quelle maligne in modo da evitare orchiectomie (asportazione chirurgica del testicolo) non necessarie.

L’utilizzo del doppler scrotale ha un ruolo importantissimo in quanto consente di distinguere le lesioni ipervascolarizzate che sono generalmente neoplastiche da quelle non vascolarizzate che improbabilmente sono di natura neoplastica.

Inoltre è in grado di diagnosticare la causa del dolore del testicolo che può essere imputabile a torsioni, oppure patologie di carattere cistico o infiammatorio come per esempio le orchiti e le epididimiti.

Essendo lo scroto un organo superficiale, l’ecografia consente poteri di risoluzione elevatissimi, perché si possono utilizzare sonde ecografiche ad alta frequenza che consentono una visione migliore.

Per tali motivi è indispensabile utilizzare l’ecografia nella valutazione di qualsiasi sintomatologia che si presenti a livello dei testicoli.

Ecografia scrotale/testicoli nella diagnosi del varicocele

Un ruolo fondamentale dell’andrologo/urologo è quello di diagnosticare il varicocele servendosi dell’ecografia scrotale/testicolare.

In passato era la visita di leva che rilevava questo tipo di problematica.

Il varicocele è sostanzialmente una dilatazione del plesso venoso pampiniforme che causa una sorta di ristagno di sangue a livello dei testicoli compromettendo la fertilità.

Talvolta esso è responsabile anche di sensazione di peso o dolore a livello del testicolo.

I varicoceli di maggiori dimensioni possono essere rilevati con la semplice visita medica, anche in assenza di ecografia scrotale.

Forme meno marcate invece richiedono l’ecografia scrotale che è in grado di valutare l’eventuale dilatazione delle vene, ma soprattutto se ci sia o meno un reflusso di sangue proveniente dalla vena renale sinistra che porta con sé sostanze tossiche che poi vanno a collocare a livello dei testicoli alterando la spermatogenesi, ovvero al capacità di produrre spermatozoi.

ecografia

 

HAI UN PROBLEMA
UROLOGICO O ANDROLOGICO?

EFFETTUA IL TEST ONLINE